fbpx

Finalmente! Il fatidico giorno del corso di formazione che aspettavi da due mesi è arrivato e se n’è andato. Il corso è stato fighissimo, il formatore bravo, hai conosciuto un sacco di gente interessante… insomma, sei ancora carico a mille. E ora?

Che te ne fai di tutta questa energia? Come metterai in pratica le cose che hai imparato?

Quanto è importante rielaborare gli appunti dopo un corso di formazione?

Il problema è che mentre segui un corso provi mille sensazioni diverse: una cosa ti sembra utilissima, un’altra è l’illuminazione che ti cambierà la vita, un’altra ancora sai già quando e come usarla.

Qualche giorno dopo tutte queste impressioni svaniscono, i ricordi iniziano a sbiadire e ciò che ti resta di concreto sono gli appunti che hai preso in aula e i materiali didattici (slide, dispense, ...) che ti hanno fornito.

Prendere bene appunti durante le lezione è molto importante, ma lo è anche rielaborare gli appunti subito dopo la fine del corso, perché questa rielaborazione è ciò che determina se quel corso di formazione ti sarà utile o no.

Come fare in modo che la formazione sia utile?

Pensa a tutti i corsi di formazione che hai seguito negli ultimi anni: quante cose sei riuscito a mettere effettivamente in pratica? Se la risposte è “poche!”, allora è molto probabile che i tuoi appunti siano sempre rimasti in fondo al blocco note e le slide nella casella di posta.

Fare formazione e non mettere in pratica le cose apprese è inutile! È come andare in pizzeria, guardare estasiati il pizzaiolo, immaginare la bontà della mozzarella filante e la croccantezza dell’impasto e poi lasciare la pizza nel cartone una volta arrivati casa.

Quindi, o continui a sperperare soldi e tempo in corsi di formazione inutili, oppure cambi qualcosa del tuo modo di gestire la formazione.

Come mettere in pratica ciò che si apprende ad un corso di formazione?

Non esistono ricette segrete, elenchi puntati miracolosi o metodi fantastici che funzionano sempre e per tutti. Ognuno deve trovare il modo che gli è più congeniale e non è detto che sia sempre lo stesso, indipendentemente dall’argomento o dal tipo di corso.

Però, visto che abbiamo detto che devi cambiare il modo in cui gestisci la fase post-corso, vogliamo provare a darti qualche semplice suggerimento, basato più sull’esperienza pratica che non sulla teoria dei metodi di studio.

  1. Rileggi gli appunti. Effettua la tua lettura senza saltare subito alla fine pensando che ti ricordi tutto. Lo so che ne sei convinto, ma non è così.
  2. Rielabora gli appunti: riscrivili riempiendo le parti mancanti, oppure crea una mappa concettuale o trascrivili al computer. Fa’ ciò che preferisci, ma non lasciarli nel blocco note. Tranne che in rari casi, gli appunti sono solo dei pezzi di un discorso che oggi sei ancora in grado di ricostruire. Tra qualche mese saranno solo delle frasi più o meno sconclusionate, di un discorso che non ricorderai più.
  3. Fai una lista delle cose che pensi di aver imparato al corso e/o che pensi di poter usare nel tuo lavoro. Poi fai una lista delle cose nuove o di quelle che vuoi fare diversamente. Collega le prime alle seconde con una linea.
  4. Fai una lista delle cose che vuoi mettere in pratica, indicando quando lo farai, se ti serve qualcos’altro e come valuterai se ha funzionato o no.
  5. Segna in agenda una data in cui controllare la lista delle cose da mettere in pratica e verifica cosa ha funzionato e cosa no.

Se vuoi, abbiamo creato delle semplici tabelle per aiutarti a creare questi elenchi. Le puoi scaricare cliccando qui.

Come fare un bilancio dell’utilità della formazione?

La formazione non deve essere interessante, bella, divertente o piacevole. É uno strumento per crescere, non un passatempo. Se è anche divertente, ben venga. Anzi, più ci si diverte più si impara. Ma prima di ogni altra cosa, la formazione deve essere utile.

Valutare l’utilità della formazione non è difficile: la formazione è utile quando ci permette di fare qualcosa di nuovo o di diverso di rispetto a prima e, soprattutto, quando questo qualcosa di nuovo ci permette di migliorare o di raggiungere un certo obiettivo. Ad esempio acquisire più clienti o soddisfarli di più.

Quindi prova a chiederti: "Grazie a questo corso, sono in grado di fare qualcosa di nuovo, di diverso o di migliore rispetto a prima?"

Se la risposta a questa domanda è positiva, allora il corso è stato utile, il formatore bravo e la società che ha organizzato il corso affidabile. Altrimenti, la prossima volta guardati meglio in giro.

A proposito, valuta anche l’opportunità di dare un feedback strutturato al formatore o all’organizzatore. Se pensi di acquistare altri corsi da loro, ti interessa che migliorino ulteriormente i loro servizi. Ricorda, a loro possono essere utili i tuoi consigli concreti e le tue critiche, ma non le tue lamentele.

Come concludere un buon corso di formazione

Un buon corso di formazione non finisce mai in aula. Un corso finisce quando decidi di applicare al tuo lavoro ciò che hai imparato. Perché apprendere significa modificare il proprio comportamento in maniera stabile per ottenere risultati migliori.

Allo stesso modo un articolo finisce quando ti lascia qualcosa da mettere in pratica! Stampa l’elenco delle cose da fare o scarica la semplici tabelle che abbiamo preparato per te.

Per scaricare i contenuti devi prima effettuare la registrazione a ENZIMA.

Caricamento

Inserisci le tue credenziali e scarica il documento.


Se non sei registrato fallo cliccando su REGISTRATI.

Lascia un commento

Share This